Venezia: militari picchiati da spacciatori afghani e iracheni, auto devastata

Condivisione sui social networks
loading…


FONTE

Venezia: militari picchiati da spacciatori afghani e iracheni, auto devastata

Militari del Reggimento Lagunari Serenissima e vigili urbani pestati, l’auto della polizia locale devastata e alla fine due soli arresti.

loading…



Domenica pomeriggio di violenza al Parco Albanese di Mestre, dove i lagunari del Reggimento Serenissima sono intervenuti per sedare una rissa scoppiata tra spacciatori e tossicodipendenti. Alla fine in manette sono finiti Moustafa Darbaz, 24 anni, iracheno residente a Favaro e il suo coinquilino Ahmazia Tarshi, 22 anni, afghano.

Ieri i due sono stati giudicati per direttissima e ‘condannati’ rispettivamente a sei mesi e sei mesi e 20 giorni di reclusione. Sono quindi già liberi.

Nonostante calci, pugni e sputi contro i militari. I vigili urbani intervengono al fianco dei lagunari. E anche per loro legnate. Arriva in rinforzo un’altra pattuglia della polizia locale.

 

Gli agenti intervengono con l’auto che ha la “cellula” posteriore per il trasporto delle persone fermate, I sei riescono, con fatica, a caricare in auto uno dei due fermati. Si tratta di un afghano con precedenti vari. Riescono a bloccarlo e caricarlo in auto. Ma è tutt’altro che calmo. Infatti con la testa e con i pugni, prima sfonda il plexiglass che separa i posti anteriori riservati agli agenti con quelli dietro dove viene caricato il fermato. Poi stessa sorte la riserva ai finestrini laterali posteriori. È una furia, mentre il suo collega spacciatore all’eterno si scaglia ancora contro agenti e militari.
Alla fine i due vengono bloccati definitivamente e portati nella caserma della polizia locale di via Cappuccina. Qui vengono arrestati per resistenza e violenza pubblico ufficiale e denunciati per danneggiamento. Trascorsa la notte in carcere a Santa Maria Maggiore ieri è arrivata la condanna.

Sul fronte della legge si contano quattro uomini in divisa che hanno ricorso alle cure dei medici e danni all’auto che ammontano a quasi duemila euro.

loading…


Navigando sul sito TG Quotidiano acconsenti all'utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

loading...