Giro d’Italia: musulmani e centri sociali spargono chiodi, media di regime occultano la notizia

Condivisione sui social networks
loading…


FONTE

Giro d’Italia: musulmani e centri sociali spargono chiodi, media di regime occultano la notizia

Perso lo sfogatoio del cantiere Tav di Chiomonte, per loro solo una questione strumentale per ‘fare casino’, i teppisti rossi stanno arruolando i clandestini diretti in Francia.

 

loading…


Non solo, i centri sociali radicati in Val Susa stanno attaccando il il 101° Giro d’Italia che quest’anno è partito da Israele.
E così, da giorni e giorni, profili Facebook di antagonisti e social di estrema sinistra martellano contro la gara in nome degli islamici palestinesi inneggiando ai terroristi di Hamas.

Sulle bici rosa, simbolo del Giro campeggiano le bandiere palestinesi e oggi, al passaggio dei ciclisti, ci sarà un presidio. Nella notte chiodi e olio d’auto bruciato sono stati sparsi sull’asfalto per provocare cadute tra i ciclisti, con enorme pericolo per la sicurezza e anche la stessa vita dei ciclisti.

loading…


Navigando sul sito TG Quotidiano acconsenti all'utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

loading...