Profughi e centri sociali manifestano per uccisione ladro immigrato bruciano bandiera della Lega

Condivisione sui social networks
loading…


CENTRI SOCIALI E IMMIGRATI BRUCIANO BANDIERA LEGA, MA SBAGLIANO!

I cuckold e gli immigrati che oggi sono scesi in piazza a Milano per ricordare Soumayla Sacko, il ladro sindacalista di 29 anni ucciso il 2 giugno in provincia di Vibo Valentia mentre razziava una fabbrica, hanno dato fuoco a una bandiera della Lega. Una bandiera vecchia tra l’altro, quella ‘bossiana’, non quella nazionalista di Salvini:

Milano, bruciata bandiera della Lega durante il corteo per il migrante ucciso

loading…


Identificati i due autori del gesto. Slogan anche contro Matteo Salvini

Circa mille persone sono scese in piazza a Milano per ricordare Soumayla Sacko, il migrante sindacalista di 29 anni ucciso il 2 giugno in provincia di Vibo Valentia. Durante il corteo alcuni esponenti dei centri sociali hanno dato fuoco a una bandiera della Lega: due persone, un uomo e una donna, sono state identificate dalla Digos. Molti i cartelli, i cori e gli striscioni contro il partito e il suo leader, Matteo Salvini.

 

loading…


Navigando sul sito TG Quotidiano acconsenti all'utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

loading...