L’UE VUOLE PROCESSARE SALVINI PER VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI- ULTIM’ORA

Condivisione sui social networks
loading…


Parigi e Madrid contro Roma. Macron: “Da Italia cinismo”. En Marche: “Vomitevole”. Spagna: “Rischia responsabilità penali”

Per il presidente francese: “le navi vanno accolte nei porti più vicini”. Per la ministra spagnola Roma è incriminabile per “violazione dei diritti umani”

La posizione del governo italiano sui migranti “è da vomitare”. Lo ha detto il portavoce del partito di maggioranza francese La République En Marchedel presidente Emmanuel Macron, Gabriel Attal, intervistato questa mattina dalla tv Public Sénat. “Io - ha spiegato Attal - ho innanzitutto un pensiero per le 629 persone che sono su questa nave”. Poi l’affondo: “Considero che la linea del governo italiano sia vomitevole. È inammissibile fare della piccola politica su delle vite umane (…) Lo trovo immondo”.

La posizione della Francia è vomitevoleMara Bizzotto (Europarlamento Lega)

A stretto giro parla anche il portavoce dell’Eliseo: il presidente francese Emmanuel Macron denuncia “una forma di cinismo e di irresponsabilità” da parte dell’Italia nel caso della nave Aquarius, ha detto Benjamin Griveaux. Emmanuel Macron ha reso omaggio al coraggio della Spagna e ha tenuto a “ricordare il diritto marittimo”, secondo cui in caso di problemi è “sempre la costa più vicina ad assumere la responsabilità dell’accoglienza”. “Se una nave avesse la Francia come costa più vicina - ha spiegato - potrebbe attraccare” in Francia perché “questo è il diritto internazionale”.

Le accuse di Parigi? Proprio loro parlano…Luigi Di Maio

loading…



Anche da Madrid arrivano accuse per l’Italia. Il ministro della Giustizia, Dolores Delgado, è intervenuta sulla questione e ha affermato che “assistere la nave Aquarius significa rispettare il diritto umanitario, le convenzioni e gli accordi internazionali”. Delgado non ha escluso rischi di “responsabilità penali internazionali” per l’Italia. “È una questione di umanità - ha affermato -, è una questione di generosità, ma anche e fondamentalmente, si tratta di rispettare le convenzioni e i trattati internazionali di cui tutti gli Stati fanno parte”. Il ministro ha continuato: “La violazione di queste convenzioni e trattati internazionali potrebbe determinare responsabilità internazionali”. Il diritto umanitario, ha aggiunto, è “essenziale” e che esistono “meccanismi” per perseguirne il mancato rispetto.

loading…


Navigando sul sito TG Quotidiano acconsenti all'utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

loading...