“Lo stupro è un atto peggio solo all’inizio…”- assolto l’immigrato che scrisse queste vergognose parole

Condivisione sui social networks
loading…


ELOGIÒ STUPRI DI RIMINI, ASSOLTO IMMIGRATO!

Le sue furono certamente parole volgari, gratuite e offensive per le donne, ma non c’era la volontà di istigare a delinquere”. Con questa motivazione la Procura di Bologna, con il procuratore aggiunto Valter Giovannini, ha chiesto l’archiviazione per il mediatore culturale della famigerata coop sociale Lai Momo che su Facebook, all’indomani delle violenze sessuali della scorsa estate in spiaggia a Rimini, scrisse: “Lo stupro e’ peggio solo all’inizio”. Difendendo i profughi responsabili della brutale aggressione.

loading…


Il Gip ha accolto la richiesta e nelle scorse settimane ha archiviato.

L’indagato, un pachistano che dopo le frasi sul social network era stato anche licenziato. E’ stata dunque chiesta l’archiviazione per mancanza dell’elemento psicologico del reato: non voleva, cioè, istigare qualcuno a commettere un reato.

Ti sbattono in galera se scrivi che Kyenge deve tornare in Congo, mentre se gioisci dello stupro altri no. C’è qualcosa che non funziona nella magistratura italiana: troppe zecche rosse.

Non vorrete indagarci per avere scritto ‘zecche rosse’, mica intendevamo istigare qualcuno a commettere reato, manca l’elemento psicologico.

La vicenda:

loading…


Navigando sul sito TG Quotidiano acconsenti all'utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

loading...